Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
12/12/2009 15:18
Risposte articoli Il direttore del Dipartimento di Prevenzione, dottor Franco Ventura precisa

“Case strapiene e bombole di gas:segnalate 250 situazioni a rischio”

Risposta articolo pubblicato su La Nazione, cronaca locale il 9.12.2009

“Nell’articolo sono riportate affermazioni dell’assessore alla sicurezza del Comune di Prato, Aldo Milone secondo il quale i controlli dell’Azienda Usl 4 nei locali di vita o di lavoro nei quali sono presenti cittadini cinesi sarebbero insufficienti soprattutto per quanto riguarda la sicurezza derivante, in particolare, dalla presenza di numerose bombole di gas.

Per i pericoli connessi alle presenza di bombole di gas si precisa che la competenza in materia di prevenzione incendi è del Comando provinciale dei Vigili del Fuoco al quale debbono, per legge, rapportarsi gli organismi di vigilanza o le altre amministrazioni pubbliche qualora rilevino possibili violazioni in materia di prevenzione incendi. A sua volta, il Comando provinciale dei Vigili del fuoco procede ai sensi delle disposizioni del decreto legislativo 139/2006 e dell’articolo 14 comma 2 del Decreto legislativo 81/2008 così come modificato dal decreto legislativo 106/09.                                      

Gli interventi dei competenti servizi dell’ASL 4 riguardano l’igiene e la sicurezza di cittadini e lavoratori sia italiani che stranieri e si svolgono incessantemente sulla base di programmi di lavoro mirati sia su segnalazioni di cittadini, lavoratori o istituzioni locali. Numerosi sono anche i controlli congiunti con le forze dell’ordine, mentre non esistono specifiche direttive regionali che indirizzino i servizi di prevenzione verso gli esercizi di parrucchieri e benzinai”.

           

93/09

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione. E-mail vania.vannucchi@uslcentro.toscana.it