Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
27/11/2010 13:26
Eventi Stamani, inaugurata la nuova sala di attesa del Pronto Soccorso

“Un ospedale al passo con i tempi e capace di anticipare il nuovo”

Così l’Assessore regionale Scaramuccia ha apprezzato l’efficienza pratese

L’ospedale di provincia, meno celebrato dei grandi centri, è la forza della sanità toscana, un modello di efficienza per il Paese. Si offre ovunque un qualità di eccellenza. Qui, a Prato, non solo siamo al passo con i tempi, ma si anticipa il nuovo nella sperimentazione, nella riorganizzazione e professionalità degli operatori. Con trasparenza raccontiamo quello che siamo e quello che facciamo”. Con queste parole l’assessore regionale al diritto alla salute Daniela Scaramuccia ha inaugurato la nuova sala di attesa del pronto soccorso dell’ospedale di Prato. Ad accoglierla il direttore generale dell’ASL 4, Bruno Cravedi;  l’assessore alla salute del Comune di Prato, Dante Mondanelli; la vicepresidente della Provincia di Prato, Ambra Giorgi; il direttore dell’Unità operativa Emergenza e accettazione, Simone Magazzini con tutta la direzione dell’ASL 4.

Gli interventi di ampliamento degli spazi di accoglienza del Pronto Soccorso si inseriscono nel progetto di riorganizzazione e miglioramento del servizio che ha gli obiettivi di ridurre i tempi di attesa, garantire l’appropriatezza dei ricoveri, migliorare la qualità di prestazione percepita dai cittadini.

In particolare, la nuova Sala di attesa è stata realizzata per rispondere alle esigenze di maggior comfort e benessere anche attraverso uno studio cromatico delle coloriture dell’ambiente. E’ stato aumentato il numero delle sedute, è stato allestito un desk di accettazione con tre postazioni di lavoro per il  triage.

La Sala dispone inoltre di un sistema di filodiffusione, apparecchi tv, schermo informativo con le indicazioni dello stato dei codici di priorità di accesso in tempo reale consultabile anche via web, collegandosi al sito dell’Azienda www.usl4.toscana.it. Altri interventi strutturali hanno riguardato anche l’area esterna e quella di accesso al Pronto Soccorso.

Il miglioramento degli aspetti relativi all’accoglienza dei cittadini crea al paziente ed ai suoi familiari un clima nel quale contenere le inevitabili ansie e garantisce  una proficua relazione fra operatori e pazienti come ha sottolineato nel suo intervento il direttore generale dell’ASL 4, Bruno Cravedi.

88/10

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione. E-mail vania.vannucchi@uslcentro.toscana.it