Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
21/06/2012 15:29
Educazione sanitaria Sabato 23 giugno al Forum Center un convegno con gli specialisti

L’Unità operativa Urologia dell’ospedale di Prato compie 40 anni

Le tappe più significative:diagnosi, terapie e innovazione tecnologica

L’Unità operativa di Urologia dell’Ospedale di Prato compie 40 anni e festeggia con l’organizzazione del convegno “40 anni di urologia a Prato. Da ‘lama fredda e luce calda’ a ‘luce fredda e taglio laser’”. L’evento è in programma sabato 23 giugno al Forum Center  di Prato in via Barsanti, 24. I lavori del convegno che inizierà alla ore 9.00 e si concluderà nella tarda mattinata, saranno articolati in tre sessioni dedicate a: Carcinoma della prostata: passato,presente e futuro ; Ipertrofia Prostatica e Calcolosi urinaria. L’ iniziativa  ripercorre le tappe più significative della diagnosi e della terapia medica e chirurgica con i principali protagonisti dell’urologia Toscana con una importante parte dedicata alle terapie e tecniche chirurgiche oggi impiegate e alle prospettive future più innovative e si conclude  con un dibattito aperto tra relatori e partecipanti. 

 

Un po’ di storia

Quaranta anni fa, all’ospedale di Prato nasceva il reparto di Urologia con il  primario professor Bernardo Torchiana che istituì la divisione di Urologia  comprendente anche il servizio di Dialisi, successivamente diretta dal professor Marcello Amato. Venenro sviluppate le metodiche endourologiche e la chirurgia urologia maggiore. Due medici dell’Urologia pratese vennero scelti come primari in altri ospedali: Il professor Massimo Muzzarelli a Pistoia ed il dottor Fabio Mondaini a Livorno.

Nel 1997 la direzione del reparto passò al dottor Roberto Benelli che favorì il processo di adeguamento tecnologico con particolare riguardo alle metodiche meno invasive. Dall’Unità operativa di Urologia nel 2002 fu scelto  Il dottor  Franco Blefari  per la direzione della Unità operativa  Urologia dell’ospedale di Orvieto.

Nel 2008, dopo un periodo di responsabilità dell’Unità operativa affidata al dottor Marco Gavazzi, la direzione della Unità Operativa fu affidata al dottor Franco Blefari. Viene realizzata l’organizzazione del nuovo modello assistenziale per “intensità di cure” ed intrapreso un adeguamento tecnologico con l’acquisizione del Laser ad Holmium per il trattamento dell’ipertrofia prostatica che fa dell’Urologia di Prato un punto di eccellenza in Toscana e nel centro Italia.

 “Oggi, - sottolinea dottor Blefari - grazie al supporto della Direzione aziendale, al miglioramento tecnologico, alla dotazione di un organico di professionisti giovani e ben motivati, l’Urologia di Prato esprime livelli qualitativi, oltre che quantitativi, allineati agli standard europei di riferimento. Il passaggio ad un nuovo modello organizzativo ospedaliero è stato difficoltoso ma siamo riusciti ad interpretarne lo spirito ed a trarne beneficio in termini di funzionalità. Il nuovo ospedale rappresenta una sfida ulteriore e li trasferiremo tutte le nostre capacità tecniche ed organizzative raccogliendo l’opportunità di nuovi stimoli che ci consentiranno di mantenere integro lo spirito di dedizione  e di appartenenza.”

vv

41/12

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione di Azienda USL 4 Prato. E-mail comunicazione@usl4.toscana.it