Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
30/11/2012 15:38
Risposte articoli Le precisazione dell'Azienda sanitaria

Risposta agli articoli dal titolo " Quando l'ASL ci tratta come oggetti" e "Rimbalzato da un medico all'altro per fare un ecocardiogramma"

Pubblicati in cronaca locale il 30 novembre da La Nazione e Il Tirreno

“Il 7 novembre, il medico curante del Sig. Saccenti ha richiesto una visita cardiologica ed elettrocardiogramma indicando il medico specialista. L’appuntamento è stato concordato per il giorno successivo, 8 novembre con il professionista richiesto. Purtroppo, lo specialista cardiologo, ha inviato una comunicazione di assenza per malattia; per questo  motivo il medesimo giorno, 7 novembre, gli operatori hanno contattato il Sig. Saccenti per comunicare che, con l’apertura di una seduta di recupero, la prenotazione per l’8 novembre era confermata ma sarebbe stata effettuata da un altro medico specialista. Il Signor  Saccenti non ha però accettato di effettuare la visita con il medico sostituto ed è stato concordato un nuovo appuntamento con lo specialista da lui richiesto in data 29 novembre.

Anche in questa giornata purtroppo lo specialista richiesto da Saccenti non ha potuto essere presente. Il medico sostituto presente ha accolto il signor Saccenti volendo procedere ad effettuare la visita e l’elettrocardiogramma come prescritti dal medico curante. A fronte della richiesta del sig. Saccenti di poter effettuare anche un ecocolordoppler cardiaco, non presente nella richiesta del medico, il medico specialista  ha comunque dato la sua disponibilità ad effettuarlo.

Ancora una volta però il signor Saccenti non ha accettato di effettuare le prestazioni poiché doveva consultarsi prima con il proprio medico curante.

L’Azienda, pur dispiacendosi di quanto accaduto e pur avendo provato a garantire al cittadino la possibilità di scegliere un preciso  medico specialista,  non può, in caso di assenza del medesimo, non assicurare le prestazioni prenotate. Attraverso  il ricorso a  medici sostituti si evita il rinvio degli appuntamenti ed il conseguente allungamento dei tempi di attesa.”     

v v

79/12

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione. E-mail vania.vannucchi@uslcentro.toscana.it