Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
12/10/2013 17:32
SanitÓ Dopo quattro giorni si Ŕ conclusa la delicata fase di trasferimento

Chiuso il Misericordia e Dolce, tutti i pazienti al Nuovo Ospedale

Decisivo impegno delle associazioni di volontariato e dei vigili urbani

Si è  conclusa oggi, alle ore 14.18 la delicata fase del trasferimento dal Misericordia e Dolce al Nuovo Ospedale di Prato.  I pazienti trasferiti sono stati   74 oltre a 8 neonati.

Al Misericordia e Dolce, la macchina organizzativa si è mossa in moto alle 8.48 dalla “camera calda” del Pronto Soccorso. Fino alle 11.03 sono stati trasportati al Nuovo Ospedale 20  pazienti fra adulti e bambini oltre a 8 neonati.

Per quanto riguarda i pazienti ricoverati nell’area critica, il loro trasferimento è iniziato alle 8.56 e si concluso  alle 14.18. Si è trattato di 12  persone (3 Post intensiva, 3 UTIC, 6 Rianimazione). Dall’Osservazione Breve Intensiva e dall’Osservazione temporanea medico chirurgica sono stati trasferiti 17   pazienti.

Dalla portineria vecchia del Misericordia e Dolce le operazioni sono iniziate alle 8.38 con il trasferimento di 17  pazienti di Ortopedia e Chirurgia e si sono concluse dopo due ore. Sono    seguiti poi 8 pazienti di Psichiatria.

Oggi sono stati impegnati  circa 90 volontari delle Associazioni con 26 mezzi di soccorso di cui 9 attrezzati oltre ad un’ ambulanza per il trasporto di 4 piccoli pazienti di terapia intensiva neonatale.

Da mercoledì 9 ottobre ad  oggi,  sono stati trasferiti 174 pazienti e 8 neonati.

La giornata si è   conclusa, nel primo pomeriggio, con un incontro tra la Direzione dell’ASL, i volontari delle Associazioni, i rappresentanti della Polizia municipale e delle Forze dell’Ordine che hanno collaborato con grande impegno e professionalità nell’organizzazione del trasferimento.

A sorpresa stamani, la visita del presidente della Regione, Enrico Rossi che nel Nuovo Ospedale si è intrattenuto con gli operatori sanitari esprimendo soddisfazione e  apprezzamento per il lavoro svolto.  Ai  pazienti parole di saluto e di augurio.

63/13

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione. E-mail vania.vannucchi@uslcentro.toscana.it