Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
11/11/2014 15:15
Educazione sanitaria La partenza è fissata per venerdì 14 dicembre, il ritorno per lunedì 1 dicembre

Progetto di cooperazione internazionale “Cittadini del mondo-passaggio in india”

Una delegazione di studenti ed utenti del Dipartimento salute mentale farà tappa a Cochin

Il progetto di cooperazione internazionale “Cittadini del mondo – passaggio in India”, rivolto ai giovani della provincia di Prato ha l’obiettivo di promuovere la salute in tre ambiti:

- Salute Mentale attraverso la Parieducazione - Peer Education e la pratica del Fareassieme-Empowerment.

- Prevenzione e cure Odontoiatriche

- Prevenzione e trattamento delle Patologie Alcol-correlate.

Una delegazione di tre studenti diplomati all’Istituto Tecnico Professionale “ Francesco Datini”, uno studente del Liceo di Scienze Umane “Gianni Rodari”, due studenti universitari, sei utenti del Dipartimento Salute Mentale impegnati nelle pratiche del Fareassieme-Empowerment promosse dalla Polisportiva Aurora e sei operatori ( tre dell’ASL 4 e tre del mondo del volontariato) partirà venerdì 14 novembre e rientrerà il 1 dicembre 2014. Faranno tappa nella città di Cochin nello stato di Kerala dell’India meridionale.  I partecipanti collaboreranno a diversi livelli (Sanitario, Culturale, Politico ed Economico) per favorire un confronto ed uno scambio di esperienze finalizzate alla Promozione della Salute. L’incontro con il Mayor Tony Ciammini e con la Giunta Municipale di Cochin, avrà lo scopo di rinnovare il patto di amicizia fra le due città e implementare la rete concreta di solidarietà, sviluppatasi in questi anni.  La delegazione  sarà impegnata nella revisione dei protocolli operativi del Settlement-Manicomio, nella ristrutturazione del guardaroba, nell’ intervento di igiene dentale e piccole cure odontoiatriche, nella prevenzione e trattamento delle problematiche alcol correlate e nel sostegno all’abitabilità di alcune famiglie povere. Gli obiettivi dell’iniziativa sono quelli di ridurre i pregiudizi e lo stigma verso la malattia mentale; divulgare la metodologia del Fareassieme-Empowerment e l’esperienza della Parieducazione - Peer education; creando una rete di cooperazione nazionale ed internazionale fra il Dipartimento di Salute Mentale dell’ASl 4, la Regione Toscana, la Provincia e il Comune di Prato, il Volontariato e la Municipalità di Cochin.

Progetto “Cittadini del mondo – Passaggio in India “ 

La storia

 

Nel gennaio 2007 un gruppo di utenti del Dipartimento Salute mentale, soci della Polisportiva Aurora, in collaborazione con le Suore domenicane  della Madonna di Santa Maria del Rosario di Villa Martelli, hanno realizzato la prima esperienza di Passaggio in India con la finalità di valorizzare il protagonismo degli utenti che, grazie al progetto, diventavano “Da Assistiti a Assistenti”.

Questa esperienza, oltre ad abbattere i pregiudizi nei confronti delle persone con disturbi mentali, ha arricchito le modalità comunicative e relazionali dei partecipanti favorendo la  capacità di  reggere gli stress emotivi e ambientali attraverso la risoluzione di problemi concreti.

Nel febbraio 2008 è stato realizzato il progetto “ Cittadini del Mondo – Passaggio in India 2” con la finalità di fare un’esperienza di solidarietà internazionale rivolta ai giovani compresi nella fascia di età 16-29 anni. In questo progetto l’ASL 4 di Prato ha assunto il ruolo di soggetto proponente integrando il prezioso lavoro svolto dal volontariato laico e religioso. .

Il progetto “Cittadini del Mondo – Passaggio in India 2” è stato inserito nel programma “Contro ogni razzismo – Capire le differenze, valorizzare le diversità” del Meeting di San Rossore (Luglio 2008), nella sezione Buone pratiche.

Negli anni successivi, ( 2009 al 2014) il progetto, attraverso i – Piani di Iniziativa Regionale per la Cooperazione Internazionale, ha sempre avuto il sostegno della Regione Toscana. In questi anni sono stati realizzati diversi obiettivi qualificanti:

  • realizzazione della prima assemblea di reparto del Settlement–Manicomio.
  • miglioramento delle condizioni igienico sanitarie dei reparti.
  • realizzazione di un seminario scientifico sulle problematiche della salute mentale e le metodologie di promozione della salute attraverso le pratiche del “fareassieme-empowerment”. Al seminario sono intervenuti il rappresentante del Ministerò della Sanità dello stato del Kerala, l’assessore alla salute del comune di Cochin, medici, psichiatri, professori e studenti del Master of social work del St. Teresa’s College di Ernakulam, studenti del Saint Dominic School, operatori ed utenti del Settlement
  • apertura del Settlement-Manicomio alla Comunità Locale, attraverso un evento di Pallastrada e partecipazione di 60 utenti ad una gita.
  • proposta di inizio di un processo di deistituzionalizzazione attraverso la creazione di una casa famiglia per quattro utenti del Settlement-Manicomio
  • Costruzione di 2 refettori per la consumazione dei pasti.
  • Apertura dell’ Ambulatorio per la prevenzione e le cure Odontoiatriche, Kolayad.

Tutte le  esperienze sono state documentate attraverso un reportage fotografico e  una serie di video realizzati dal regista Ivan D’Ali e l’apertura di un blog  (www.controsenso.com)

v.v.

96/14

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione. E-mail vania.vannucchi@uslcentro.toscana.it