Azienda USL 4 di Prato
salta la barra
18/05/2018 9:52
Sanità Nell’AUSL Toscana centro coinvolti nei corsi AFA 12.500 cittadini over 65 e attivati 853 corsi in 344 palestre

Il movimento restituisce qualità alla vita. L’ Attività Fisica Adattata aiuta gli anziani a combattere la sedentarietà e a socializzare

S critto da Vania Vannucchi , venerdì 18 maggio 2018  

FirenzeIn motu Vita” , spiega la dottoressa Bruna Lombardi, direttore del Dipartimento Riabilitazione dell’Ausl Toscana centro,  il movimento restituisce qualità di vita, e soprattutto, le occasioni di movimento consentono di conoscere persone e di creare una rete di socializzazione. Con il movimento si fa prevenzione per molte malattie cardiovascolari, pneumologiche, nefrologiche. Si migliora la gestione del diabete, si previene l’osteoporosi e si migliora la forza muscolare e l’equilibrio, prevenendo così il rischio di caduta. Nessun farmaco è così semplice da assumere e così poco costoso. Nessun sanitario può esimersi dal promuoverlo, sarebbe come negare la vita.

Da oltre dieci anni, l’Attività Fisica Adattata (AFA), promossa dalla Regione Toscana tra le azioni di Sanità di Iniziativa, è stata riconosciuta fondamentale ed efficace per contrastare la perdita di autonomia nell’anziano e la riduzione della sedentarietà. L’AFA infatti,  è un’attività ludico motoria non sanitaria svolta in piccoli gruppi con la guida di istruttori professionisti e con protocolli di esercizi che tengono conto delle diverse condizioni di salute dei cittadini e  che rientrano nel campo della educazione alla salute e della promozione di stili di vita corretti.

Nell’AUSl Tc, quest’attività è coordinata  dal Gruppo di Coordinamento AFA cui partecipano vari dipartimenti. Il  Dipartimento di Riabilitazione raccoglie i dati di attività e né promuove l’implementazionee in collaborazione con le Società della Salute e le Zone Distretto. Le persone che non presentano particolari controindicazioni e sono, dal punto di vista clinico stabili, possono partecipare ai corsi AFA su indicazione del medico di medicina generale, dello specialista, dei servizi di riabilitazione e dei servizi sanitari del territorio. L’AFA è uno strumento valido per la prevenzione della non autosufficienza e  limita la disabilità collegata spesso all’avanzare dell’età. Svolgere attività fisica con regolarità ha effetti positivi negli adulti e negli ultra sessantacinquenni sia a livello fisico che psichico e migliora la qualità di vita.

Nel 2017 i Comuni dell’Azienda Sanitaria Tc che hanno attivato corsi AFA sono stati 64 (86,49%). Hanno partecipato 11.830 anziani per i corsi a bassa disabilità (sindromi dolorose croniche: osteoporosi,artrosi o altre situazioni croniche che determinano limitazioni della mobilità) e 680 per i corsi ad alta disabilità (esiti di disturbi neuromotori: ictus, Parkinson ecc…). 

Sempre nello scorso anno,  sono stati attivati 785 corsi per bassa disabilità e 68 corsi per l’alta disabilità in 344 palestre/Associazioni.

Recentemente è stato promosso in Azienda TC, a partenza dall’Area pistoiese per poi essere esteso all’intera Azienda un programma AFA per i nefropatici.

Cosa è necessario per partecipare ai corsi AFA:

Il medico di medicina generale o lo specialista forniscono informazioni e indicazioni per partecipare ai programmi AFA. Non è necessaria una certificazione medica ma è importante sempre chiedere il parere del medico. 

La partecipazione al programma di attività fisica adattata prevede un piccolo costo mensile che può variare sulla base della tipologia di attività svolta

Dove si svolgono i corsi AFA:

In palestre, associazioni, piscine e luoghi di socializzazione, tutti  autorizzati dall’AUSL Toscana centro.

A chi rivolgersi per informazioni:

Prato: Numero Verde 800 01 78 35 o URP 0574/805052

Pistoia e Valdibievole: Numero verde 800 25 18 22 da lunedì a venerdì ore 11/13

Firenze: Zona Fiorentina, Nord ovest, Sud-est e Mugello: CUP Metropolitano 840 003 003 (da fisso) 199 175 955 (da cellulare) da lunedì a venerdì ore 7.45/18.00, il sabato ore 7.45 alle 12.30

Empoli: Zona Empolese e Valdarno Inferiore – per corsi a bassa disabilità telefonare al CUP 0571 – 7051; per corsi alta disabilità 0571/705566

Info: www.uslcentro.toscana.it/come fare per/Attività Fisica Adattata A.F.A.

  

I dati AFA 2017 per territorio

Area pratese:

Comuni che hanno aderito ai programmi AFA n. 6 (85,71%)

Partecipanti a corsi a bassa disabilità 1.105

Partecipanti a corsi alta disabilità 168

Totale corsi attivati 99 (85 bassa disabilità e 14 alta disabilità)

Punti erogazione: 44

Area pistoiese e Valdinievole:

Comuni che hanno aderito ai programmi AFA n.15 (68,18%)

Partecipanti a corsi a bassa disabilità 1.241

Partecipanti a corsi alta disabilità: nessuno

Totale corsi attivati 74

Punti erogazione: 30

Area Empolese e Valdarno Inferiore:

Comuni che hanno aderito ai programmi AFA n. 15 (100%)

Partecipanti a corsi a bassa disabilità 4.800

Partecipanti a corsi alta disabilità 395

Totale corsi attivati 340 (300 bassa disabilità e 40 alta disabilità)

Punti erogazione: 128

Area Fiorentina (Firenze,Firenze Nord-Ovest,Sud-Est e Mugello):

Comuni che hanno aderito ai programmi AFA n. 28 (93,33%)

Partecipanti a corsi a bassa disabilità 4.684

Partecipanti a corsi alta disabilità 117

Totale corsi attivati 340 (326 bassa disabilità e 14 alta disabilità)

Punti erogazione: 142

 

VV

42/18

A cura dell'Ufficio stampa e comunicazione. E-mail vania.vannucchi@uslcentro.toscana.it